Fabio Aguzzi (16)
Fabio Aguzzi

 

Un calcolo ingarbugliato, fatto di notte forse, ci sorprese col suo errore e non passò molto che venne di mordersi le dita, senza risolvere. La virtù, che di necessità è figlia, poteva trasformare il risultato, ma anche qui si ebbe uno sbaglio di aspettativa e restò il rumore di un tuffo, un abbraccio lungo quanto la distanza, un sasso nella tasca come amuleto che preserva.

Annunci
Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...