no

inside-di-manuela-furlan
Manuela Furlan

Qualsiasi parola non passa la frontiera dell’accademia. Attende la discesa la ghigliottina del gusto indiscutibile. Non ce la fa a presentarsi alla giuria seduta. Semplicemente non partecipa.

Manca un figlio mio prendila per il lato buono e dunque una madre. Un padre e dunque la calma nervosa. Quando fa sera ed è pieno il cappello dei pensieri senza sonno.

La sincerità del ti puzza l’alito è primitiva. D’altronde ai primordi non si badava alla varietà delle forme. Insomma si potrebbe sperimentare un dialogo che tenga conto della cattiveria che produce la sofferenza.

Il lavoro ammazza, come il fumo, solo che si dice renda riguardevoli. Come il fumo alleva dipendenti. Poi certo la motivazione fa la differenza, ma trovare anche quella è già la migliore aristocrazia.

Allo stop del disgusto fermarsi.

 

Annunci
Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...