non essere la dickinson

Nick Alm
Nick Alm

 

e poi sì lo ammetto, sono abbastanza fuori ché dentro non si stava comodi, solo che a cercare è finita come per la zita de turre alla quale fu tagliata la testa il giorno del matrimonio perché, molto alta, non entrava in chiesa

ho chiuso le finestre, lasciato un po’ di aria entrare e mi sono dato una botta in testa per non farla girare, il pudore meccanico e difensore si è presentato senz’appello e non ha detto acca e ho detto a

sapessi caro quanto costa chiedere a volte, ma più di tutto non avere in cambio la finezza dell’arte meccanica di consolare con un sì, fai così che è meglio e nel dubbio, o imbarazzo è bene certo non dire

passano giorni da questa postazione d’angolo in cima a battere piedi al jazz allegro e riscrivere lettere gonfie

e prima di vivere di letteratura, il sabato lavo casa e stiro pile di roba, faccio la spesa e tutto quello che un buon maggiordomo farebbe in altri tempi

ma piove solo su questi tetti di casa

 

Annunci

7 thoughts on “non essere la dickinson

  1. poetella 23 giugno 2014 / 10:41

    Io amo la pioggia…
    (e il tuo scrivere)

  2. romeoraja 23 giugno 2014 / 10:55

    tutto, tranne una cosa. di domenica, mi tocca di domenica.
    ma a volte c’è più arte in un asse da stiro.

  3. Anna Maria Curci 24 giugno 2014 / 07:06

    vamos a planchar, ti scrivo, affine,
    dal cantuccio ritmato di altra musica,
    altro silenzio

    (e grazie, sempre)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...