duetto

Jane Fisher

 

 

Partimmo lenti in anticipo e col sole giallo,

all’avanscoperta dei campi fresati.

 

E’ bastato riempire il tempo in più

con l’indagine sullo stato delle terre

ché un calcolo sbagliato delle angolature,

degli equilibri tra i pedali

e un’enfasi formale nell’avvio in salita

tipo “questa è l’occasione per”

ci ha fatto andare pari pari

nel campo di fronte,

tra l’erba alta e col muso in giù.

 

Thelma & Louise per caso,

Stanlio e Ollio per indole

a spalancare gli occhi per l’accadimento

con paura e senza danno.

Una sbraitata d’occasione

e poi un repentino rimettersi in moto

per non dar spazio al blocco d’ansia.

 

Era la prima volta che mi accompagnavi

in macchina, patentato di fresco.

Annunci

4 thoughts on “duetto

  1. Antonio 4 ottobre 2012 / 06:48

    e meno male che è stato solo “con paura e senza danno” 😉 un abbraccio a “Thelma & Louise per caso, Stanlio e Ollio per indole”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...