eva oggi – antonio caputo

 

Eva, oggi.

 

Nessuna mela da offrire,
nessun Adamo da tentare.
Sibila vecchi sapori un serpente di pezza,
ignaro del gusto dell’antico frutto.
L’ultimo straccio di peccato vesto in faccia al mondo,
da quando Dio mi fece cogliere quel primo frutto
per sondare i limiti della sua conoscenza.
E tu misero Adamo di allora,
ancora non hai capito
che non ha alcuna importanza
se ti piacque o no il sapore di quella mela
giacché essa venne al mondo, come me,
per essere mangiata.
Quale frutto è ancora possibile rubare oggi,
per assolvere Dio?

Annunci

2 thoughts on “eva oggi – antonio caputo

  1. Vincenzo Errico 25 giugno 2012 / 14:23

    La poesia di chi infrequentemente scrive poesie, specie in questo caso, è levità della parola e acutezza di senso e di pensiero, a parer mio.
    Antonio Caputo (questo è il suo blog: http://www.cosechedimentico.blogspot.com), con questi versi riesce a descrivere una dimensione di sovvertimento di codici attraverso il quale s’interroga sulla realtà umana, oltre che su un’immagine di Dio.

    • Antonio Caputo (@a_caputo) 26 giugno 2012 / 06:06

      Grazie per questa tua bella presentazione, sono contento di vedere queste parole nel tuo blog, grazie davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...