senza titolo

Luigi Gabrieli

 

L’imperativo della parola

chiede una voce.

 

Sono come nella periferia

di un paese del Capo sul mare,

con una vista e un vento battesimali

e navigo come viaggiatore con radici

a strascico.

 

Annunci

11 thoughts on “senza titolo

  1. neobar 12 febbraio 2011 / 13:43

    Immensa!

  2. Fabrizio Manco 17 febbraio 2011 / 23:44

    Caro Vincenzo, grazie per queste parole di immensa visione (Abele, mutuo un po’ da te). Sento il suono dello strascico e la voce che ascolta. Grazie per questo tracciato, che mi lascia, finalmente, in silenzio.

    Fabrizio

    • Vincenzo Errico 18 febbraio 2011 / 20:34

      Ciao Fabrizio, che bello leggerti qui.
      Lo strascico, il tracciato, la voce, il silenzio: un pò di ingredienti per un viaggio a vista verso l’interno (di un paese del Capo…).
      A presto.
      Vincenzo

  3. cristina bove 1 marzo 2011 / 07:59

    Percepire un’anima… si può, quando si esprime in tanta poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...