dura ancora la mia quarantena

Tim Eitel, 2007

Dura ancora la mia quarantena

e piccole sono le cose che ho.

Si gonfiano i polmoni di drago

per bruciare i contatti col mondo.

Siamo all’anno zero.

Nessun interesse è sveglio,

pochi sono quelli che chiamano per nome

e spesso è la casa la mia dimora emotiva.

Un obiettivo resta,

tra le scosse telluriche del lago,

quello della poesia che finisce,

tra pluriennali arresti.

Raccolgo allora le parti sparse

prima di incenerirmi e spandermi.

Annunci

2 thoughts on “dura ancora la mia quarantena

  1. Antonio 13 luglio 2010 / 16:51

    il vizio di scrivere…sempre con la tentazione di smettere e ti addormenti contando i pluriennali arresti… è come per il fumo, smetti solo quando i polmoni di drago ti tradiscono!

  2. Vincenzo Errico 13 luglio 2010 / 22:08

    Antonio,
    è proprio come dici, veniamo traditi da noi stessi quando decidiamo qualcosa: sia che si tratti di smettere di fumare che di scrivere.
    Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...